#TUTTINRETE per la Didattica a Distanza

Come già anticipato poche settimane fa il Bergamo Linux Users Group ed il FABLAB Bergamo aderiscono al progetto #TUTTINRETE promosso da Mille respiri per Bergamo e Monza Brianza in collaborazione con le Amministrazioni Comunali di Bergamo e Monza e con UCID Monza e Brianza.

Dopo alcuni incontri con gli organizzatori delle altre associazioni abbiamo raccolto le informazioni che ci servono e, come promesso, aggiorniamo tutti tramite i nostri consueti canali di comunicazione.

L’obiettivo è dotare le famiglie in difficoltà di un notebook o di un tablet, in modo da permettere ai ragazzi di accedere ai sistemi di Didattica a Distanza (DAD). Considerare che questa modalità di insegnamento probabilmente verrà utilizzata anche nei primi mesi del prossimo anno scolastico quindi, il progetto non si esaurisce con il termine di quello corrente.

Di seguito diamo alcune informazioni utili, ma prima vorremmo chiedere l’aiuto di tutti, anche di chi non ha nessun dispositivo da donare. Ognuno può essere utile anche solo condividendo o inoltrando il progetto sui propri canali social.

Il progetto copre le aree di Bergamo e Monza Brianza.

Come si svolge

  • privati ed aziende che vogliono donare tablet o notebook contattano le associazioni coinvolte per segnalare la propria disponibilià (più avanti sono descritte le modalità)
  • i volontari delle associazioni si accordano con il donatore per effettuare, presso il domicilio del donatore, il ritiro del materiale e ne effettuano la consegna nei punti di raccolta (Patronato di San Vincenzo in via Gavazzeni 13 per Bergamo e Candy Arena in viale Stucchi per Monza)
  • volontari con competenze IT si occuperanno della sanificazione dei dispositivi e della loro predisposizione alle attività di didattica a distanza
  • i Comuni che aderiscono al progetto prenderanno in carico il materiale così preparato, si prendono carico della raccolta delle richieste da parte dei cittadini che necessitano di questo materiale e della relativa distribuzione dei dispositivi preparati

Modalità di adesione

Chi ha del materiale da donare può aderire compilando il seguente modulo online:

Modulo di adesione

e scaricando la seguente liberatoria che va consegnata insieme al materiale quando verrà ritirato

Liberatoria per PRIVATI

Liberatoria per AZIENDE

Per ulteriori approfondimenti contattare il numero 334 2409907 (anche con Whatsapp) dal lunedì al sabato dalle 09.00 alle 19.00, oppure scrivere una mail agli indirizzi millerespiriMB@gmail.com (per Monza) o millerespiriBG@gmail.com (per Bergamo) o un messaggio sulla pagina facebook millerespiribergamoemonza.

Alcuni dati

Il progetto è già avviato da qualche settimana quindi possiamo darvi due numeri su come sta andando su Bergamo.

Ci sono già 300 richieste di famiglie che necessitano di questo servizio ma ad oggi il materiale donato è pochissimo. Parliamo di un tablet e circa 10 notebook di cui solo la metà sono utilizzabili per il progetto.

Quindi se potete donare fatelo e se non avete niente da donare potete condividere il progetto con chiunque conosciate; il passaparola è molto importante per raggiungere l’obiettivo.

Stato del materiale da donare

I dispositivi che vengono donati al progetto devono essere funzionanti e dotati dei relativi alimentatori. Come indicazione di massima, vanno bene per le attività di didattica a distanza PC portatili (non netbook; qui una definizione) e tablet prodotti dall’anno 2009 e successivi. Se doveste avere un notebook più vecchio, scriveteci (nei contatti sopra indicati) indicando le caratteristiche e valuteremo se sono idonei.

Nota di sicurezza dei dati personali

I dispositivi donati verranno, in qualsiasi caso, formattati e ripristinati; quindi i dati personali eventualmente ancora presenti sui dispositivi non saranno più accessibili al momento della consegna degli stessi ai Comuni per la loro distribuzione.

Software installato

Sul tablet verrà installato Google Chrome e le app di Google.

Sui notebook verranno installati:

  • Sistema Operativo: distribuzione GNU/Linux Zorin OS Education Lite
  • AnyDesk per l’assistenza remota
  • Google Chrome tramite il quale possono usare alcune delle soluzioni di videoconferenza maggiormente utilizzate: Google Meet, Jitsi, Multiparty Meeting, BigBlueButton, ecc
  • Microsoft Teams e Skype
  • LibreOffice come suite per l’automazione d’ufficio
  • svariati altri software utili per la didattica tra cui Geogebra, Calibre, GIMP, Inkscape, Scribus, Minetest, VLC, ecc

Concludiamo ribadendo ancora che è importante l’aiuto di tutti! Se potete donate, se non potete FATE GIRARE LA VOCE perchè TUTTI HANNO DIRITTO ALLO STUDIO e NON DOBBIAMO LASCIARE INDIETRO NESSUNO!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *